In questa mattinata di scambi inglesi in dollaro riesce a mantenere ed a consolidare il recupero dai recenti minimi fatti registrare nei giorni passati riuscendo a superare il nuovo la soglia di 106 Yen e spingendo nuovamente l’euro al di sotto di quota 1,14.

Il leggero apprezzamento del dollaro è stato agevolato da una nuova accelerazione dei prezzi del greggio e dalla risalita della curva dei rendimenti sui Treasuries.

Dopo le delusioni date dai dati ADP sui posti di lavoro creati nel mese di Aprile dagli imprenditori americani il mercato è in attesa dei dati complessivi ufficiali in arrivo domani dal Dipartimento del Lavoro.

Ci sono anche timori geopolitici provenienti dal fronte turco dopo che è stata confermato un vertice straordinario del partito di maggioranza turco per decidere la sostituzione del premier Ahmet Davutoglu.

L’ultimo Bollettino economico mensile della Bce ha ribadito le stesse osservazioni con cui si è concluso l’ultimo consiglio di politica monetaria ovvero che le prospettive di crescita dell’Eurozona restano al ribasso.